mercoledì, marzo 08, 2006

GettitoVado in cerca di oasi da raccontare a chi già conosce la nostra isola mai cresciuta.
Volando con gli stracci di una passione mai consumata vedo che dietro me non ci sei tu.
Conto le nuvole che mi separano dal debole canto delle sagge stelle cercando di carpire i luoghi dove il mio essere potrà avere.
Lo sconforto mi cattura nelle note di un pianoforte ormai stanco di vestire la malinconia.
Si!!E' Arrivata!!
La mano di chi ha sentito la sofferenza di un animo privo di speranza, ha donato furtivamente e con il più semplice gesto, uno dei sentimenti impossibili da rinchiudere nel simbolo della parola!
Forse per il momento posso ripararmi tra le sue dita...

9 commenti:

alessia ha detto...

finalmente...abbiamo dovuto aspettare davvero tanto,ma ne valeva la pena...bravo doc...mi piace molto,davvero,lo sai.però non mi va di farti altri complimenti...poi ti monti la testa!ho paura di scrivere qualunque cosa...spero che tu capirai anche senza che io dica niente...ti voglio bene.per il prossimo post non aspettare il 2007 eh!!!!

Sospiro Mozzato ha detto...

Eh si!Effettivamente questa volta è passato un bel po di tempo, spero non ricapiti ^_^
Cmq ho capito quello che intendevi... Sono veramente contento che ti sia piaciuta molto ^^,per me è un traguardo hehe!
Anche io ti voglio un mondo di bene!!!
Al 2007!!hihi

Platone (il falso) ha detto...

Ma guarda te...io questo dottore fallito lo conosco da un pezzo e di 'sta poesia non ci ho capito niente, questa certa "Alessia", arriva per ultima e fa pure la saputella!!! :P sospì... non fare minghiateeee! Platone back to you, from Praha... sei cervellotico, come al solito...
"Conto le nuvole che mi separano dal debole canto delle sagge stelle" ... mi piace... ottimo, al 2007, allora...
se lo scrivono tutti anche io voglio:
ti voglio bene ^^
BEDDAREDDUUUUUUUUUUUU!

Aerèn ha detto...

I tuoi labirinti mentali sono davvero imperscrutabili... però apprezzo il lavoro fatto bene ;o). Se la Filigheddu leggesse i tuoi post sarebbe davvero stupita dei progressi, non pensi? Bye!

Platone (il falso) ha detto...

maledetti anonimi...mi incutete paura! Devo intenderla come una minaccia?! dimmi chi sei, maledetto!

Sospiro Mozzato ha detto...

Sono stupito :-o
è un complimento che per me ha un valore enorme fatto da te!
Mi hai dato una bellissima sensazione anche ripensando al passato, grazie albè!

Sara ha detto...

ooooooooooooooh......che bello...........................................non ci ho capito niente....però....ghghghghghgh

Sospiro Mozzato ha detto...

Sara, non è indispensabile capire ciò che l'autore voleva dire nello specifico, interpretala inserendola nel tuo mondo e ascoltane il ritmo(inteso poeticamente), un po' come si fà quando si ascolta una canzone che ci piace anche se in una lingua straniera e quindi difficile da comprendere ^_^.
Un bacio a tutti!

alessia ha detto...

alcuni di questi commenti mi hanno fatto tornare alla mente un tema già sviscerato in altre occasioni.da quanto tempo è necessario conoscersi per poter entrare gli uni nella vita degli altri?è una questione affascinante,e ricordo che altrove qualcuno aveva sostenuto che l'intimità non avesse bisogno di tempi di produzione prestabiliti.ma le opinioni possono cambiare.per quanto mi riguarda credo che,forse,tutto dipenda dall'empatia...si veda il discorso già fatto a tal proposito,doc.